1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Portale turistico della Provincia di Campobasso - Pagina iniziale

Testata per la stampa
  1. Vai alla versione stampabile della pagina
  2. Vai alla mappa del sito

Contenuto della pagina

Comune di Baranello

Stemma del Comune di Baranello

Popolazione: 2734
Superficie: 29.68 kmq
Altitudine: m. 610 s.l.m.

 
Panorama del Comune di Baranello
Panorama del Comune di Baranello

Storia e curiosità

Il paese è addossato ad un sistema di colline disposte a semicerchio; il centro storico è situato nella zona più alta dell'abitato e conserva perlopiù il suo aspetto architettonico originario. Vi è uno splendido territorio dove la natura vive, ancora, perlopiù incontrastata, dove sono ancora gelosamente custodite le antiche tradizioni.
È alquanto difficoltoso ripercorrere le tappe che hanno portato alle origini del paese, difatti, molti scritti e reperti utili sono andati irrimediabilmente persi; tuttavia si può affermare che probabilmente i primi abitanti di questi luoghi furono i Sanniti. All'anno mille si fanno risalire, comunque, le sue origini come primo agglomerato; ciò è confermato da un documento riguardante una donazione fatta da Leone vescovo di Bojano alla badia cassinese di Santa Giusta, presente nel territorio di Baranello.
Per ciò che concerne l'origine del nome ci sono poche certezze in quanto non si dispone di fonti storiche che possano convalidare una tesi piuttosto che un'altra; comunque, secondo alcuni deriverebbe da Varainello, nome di un piccolo colle vicino Monte Vairano, su cui il paese sorse; secondo altri deriverebbe da esuli che abitarono il distrutto casale Bauranum.

 

Arte, Cultura, Ambiente

La fontana di Cerere
La fontana di Cerere

Nel centro abitato si trovano la Chiesa parrocchiale intitolata a San Michele Arcangelo e la Chiesa di San Biase, sede della confraternita del SS. Rosario, che offre un ricostruito prospetto in pietra bianca gravinata.
Distante dal centro abitato è posta Santa Maria della Neve, meta di escursioni nei giorni di Lunedì in Albis e di Ferragosto.
Degno di nota è il Museo civico ospitato nell'ex casa comunale. Su disegno dell'architetto Barone fu eretta nel 1896 la monumentale fontana di Cerere, in marmo di Carrara, arricchita da altorilievi in bronzo e da una scultura raffigurante Cerere, opera dello scultore Francesco Ierone.
Tra Campobasso, Busso e Baranello si colloca Monte Vairano dove uno scavo archeologico ha riportato alla luce un antico insediamento sannitico, pare si tratti della grande città sannitica di Aquilonia. La folta e variegata vegetazione fa di Monte Vairano una interessante area naturalistica, che presto verrà valorizzata con la creazione di un parco archeologico-naturalistico con aree riservate al daino e al cervo.
Nei pressi del fiume Biferno è situato il vecchio mulino ad acqua Corona, denominato così dal cognome della famiglia proprietaria.

 

Informazioni

Indirizzo: Viale del Municipio, 2
Telefono: 0874 / 460406
Fax: 0874 / 460828
Sito web:
www.comune.baranello.cb.it

Come arrivare

da Campobasso: SS 87 fino al bivio di Baranello. SP 49.
da Termoli: SS 16 fino al bivio della zona industriale di Termoli. SS 647 fino al bivio di Baranello. SP 49.
da Isernia: SS 17 fino al bivio per la SS 647. SS 647 fino al bivio di Baranello. SP 49.
da Benevento: SS 87 fino al bivio di Guardiaregia. SS 17. SS 87 fino al bivio di Baranello. SP 49.

Autolinee: Larivera SpA

Treno: www.ferroviedellostato.it

 

Da vedere

  1. Chiesa di San Biase a Baranello

    Baranello - Chiesa di San Biase
    La chiesa di San Biase, prospiciente la piazza centrale del paese dedicata a Santa Maria, venne edificata nel 1890 sui resti di una chiesa di piccole dimensioni e di epoca molto più remota, come attestano alcune lapidi marmoree poste all'ingresso della chiesa. Il progetto di riedificazione, della fine del XIX sec., fu curato dall' architetto Giuseppe Barone. La chiesa è oggi amministrata dalla Confraternita del S.mo Rosario, che venne istituita per volontà dei cittadini del comune di Baranello.

     
  2. Chiesa di San Michele Arcangelo a Baranello

    Baranello - Chiesa di San Michele Arcangelo
    Di origini molto antiche, fu purtroppo rasa al suolo dal terremoto del 1805 e pertanto ricostruita secondo il progetto dell'architetto Musenga, autore di quello della cattedrale del capoluogo di provincia. L'edificio fu consacrato nel 1818.

     
  3. Baranello - Chiesa di Santa Maria della Neve

    La chiesa è sita in un folto bosco di querce, a circa 670 m. sul livello del mare e a 4 km. dal paese; questa collocazione concede al visitatore un panorama incantevole del monte del Matese e della valle del Tammaro e del Biferno.

     
  4. Museo Civico "G. Barone", Baranello

    Il Museo Civico di Baranello
    La visita delle due stanze che costituiscono il Museo Civico "Giuseppe Barone" di Baranello è un vero e proprio viaggio attraverso la storia e nei luoghi della terra che hanno prodotto i migliori manufatti artigianali e artistici.

     
  5. La fortificazione di Monte Vairano
    Situato sul monte omonimo, tra Busso e Baranello, l'abitato sannitico era circondato da mura che si estendevano per una lunghezza di circa 3 km., ottenute con blocchi di pietra locale, con un'area interna di circa 50 ettari. Il circuito murario include le cime più alte di Monte Vairano (m. 968 e m. 997) mantenendo una quota abbastanza costante, senza pendii troppo ripidi.