1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Portale turistico della Provincia di Campobasso - Pagina iniziale

Testata per la stampa
  1. Vai alla versione stampabile della pagina
  2. Vai alla mappa del sito
 

Contenuto della pagina

L'enogastronomia del Basso Molise

Agli amanti della buona tavola si rivolge l'invito ad intraprendere un viaggio in questa parte di Molise, alla scoperta di un patrimonio enogastronomico di grande valore, che si va ad aggiungere a quello storico e paesaggistico.

Protagonisti di questo viaggio sono loro, i prodotti simbolo di questa terra, che, seppur con grandi sforzi, si stanno facendo conoscere e apprezzare con sagre, feste e degustazioni, tutto all'insegna di sapori unici, tipici, quelli che i media definirebbero, senza esagerazioni, "i sapori di una volta".

Il viaggio parte da Termoli, punto di riferimento di un tratto di costa che a stento supera i 30 km. Qui, sono le zuppe di pesce (u' brodett) e le fritture le specialitÓ enogastronomiche pi¨ note, alle quali poi vanno aggiunti i primi, sempre a base di frutti di mare e/o molluschi, preparati sempre nel rispetto di quella che Ŕ la tradizione marinara locale.

A pochi chilometri dal mare, attraversando i paesini dell'entroterra e gli accoglienti agriturismi, il visitatore si imbatte in una cucina all'insegna della semplicitÓ e della genuinitÓ, specchio ed espressione del territorio di cui ne esalta i profumi e i sapori. Tra i prodotti sarÓ possibile degustare formaggi , carni (in particolare gli insaccati), funghi, tartufo, miele, dolci, ma soprattutto le varietÓ di pasta, rigorosamente lavorate a mano, e le zuppe di ortaggi, preparate seguendo la migliore tradizione contadina.
 
I vini per eccellenza della provincia nascono da vigneti che si estendono prevalentemente in due ampie zone: l'una intorno a Campobasso, e l'altra, pi¨ prolifica, fra Termoli e Larino.
 
Alcuni di questi vini sono stati insigniti del riconoscimento D.O.C.G.: tra i pi¨ rinomati ci sono il Montepulciano, il Cerasuolo, il Trebbiano e i vini prodotti da vitigni autoctoni come il Prugnolo e la famosa Tintilia. Per quest'ultimo alcuni centri pi¨ di altri si segnalano per la produzione, in particolare si ricordano Campomarino, Petacciato, Termoli, Montenero di Bisaccia, San Giacomo degli Schiavoni, Guglionesi, Portocannone, San Martino in Pensilis e Larino.
 

 


Quest'ultimo centro Ŕ noto anche e soprattutto per quello che forse Ŕ il prodotto agricolo di punta della zona: l'olio. Famoso nei secoli , viene ricavato ancora con metodi e procedimenti antichi, a garanzia di una genuinitÓ e di una qualitÓ apprezzabili sul prodotto finito anche dai non addetti ai lavori. In alcuni luoghi, la sua produzione, selezionata e molto contenuta, ne fa un prezioso alimento DOC. Ha la caratteristica di esaltare i profumi ed i sapori delle pietanze.
 
Il cultivar principale Ŕ il Gentile di Larino, al quale si aggiungono il Leccino e altre varietÓ a diffusione locale. Altri prodotti tipici della cittÓ Frentana sono gli insuperabili salumi, dalla soppressata alle saporitissime salsicce dolci o piccanti, prosciutti e capocolli. Piatti caratteristici del posto sono i maccheroni alla chitarra, le taccozze, i fusilli, i cavatelli rigorosamente conditi con rag¨ di carne mista e il sugo a base di maiale.
 

 

Indissolubilmente legati all'attivitÓ pastorizia della zona di tutto il basso Molise sono gli ottimi formaggi locali preparati in modo tradizionale con latte crudo o vaccino che accompagnano i gustosissimi ortaggi conservati sott'olio facilmente degustabili nei numerosi ristoranti e agriturismi del posto.

Altri prodotti tipici di assoluta qualitÓ dell Basso Molise sono la ventricina, tipica di Montenero di Bisaccia e dei centri limitrofi, e la deliziosissima Pampanella di San Martino in Pensilis e Ururi, una preparazione a base di carne di maiale speziata e cotta al forno.
 

 

Bibliografia e fonti