1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Portale turistico della Provincia di Campobasso - Pagina iniziale

Testata per la stampa
  1. Vai alla versione stampabile della pagina
  2. Vai alla mappa del sito
 

Contenuto della pagina

Fortore Molisano I Itinerario

Questo itinerario consente di trascorrere piacevoli giornate alla scoperta delle bellezze naturali e artistiche, passeggiando tra splendidi boschi e favolosi tesori artistici (oratori affrescati, santuari di antica devozione, conventi e monasteri).

Visualizza la mappa
 

 

Tufara

Tufara - Bosco delle Pianelle
Bosco delle Pianelle

Un piccolo centro di origine longobarde, dominato dall'imponente Castello edificato su una dorsale arenacea.
 
Di notevole interesse è la Chiesa di San Pietro e Paolo.
 
Per gli amanti della natura si consiglia il "Bosco delle Pianelle", un'area di grande valore naturalistico per piacevoli passeggiate, escursioni a piedi o in bicicletta.


 

Gambatesa

Gambatesa - Il Castello
Interno del Castello

Il centro storico conserva quasi intatta la struttura medievale, con vicoli, portici, cortiletti e ripide scalinate che portano alla Chiesa Madre e al Castello.
 
L'antico maniero medievale oggi appare letteralmente trasformato in una pregevole residenza signorile. E' ben visibile l'originaria struttura di forma quadrata con merlatura guelfa e le torri angolari, mentre sono di stile rinascimentale il portale, le finestre e la soggetta con tre archi a tutto sesto aggiunta nel XV-XVI secolo.
 
Al suo interno si possono ammirare diversi affreschi di notevole livello artistico, eseguiti nel cinquecento dal pittore Donato da Copertino. Nel centro abitato vi è la Chiesa di San Nicola, con una singolare Croce greco-romanica, e il Santuario di Santa Maria della Vittoria.

 

 

Riccia

Riccia - Il Magazeno
Il Magazeno

Centro ricco di storia che conserva importanti monumenti: l'imponente Torre cilindrica, testimonianza superstite dell'antico Castello medievale dei De Capua, la Chiesa rinascimentale di Santa Maria delle Grazie, e il Magazeno, che ospita un ricco Museo delle arti e delle tradizioni popolari.
 
Appena fuori dal centro abitato sorge il Santuario del Carmine, dove si possono ammirare due splendidi altari di stile rinascimentale.

 

 

Jelsi

Jelsi - Palazzo Valiante
Palazzo Valiante

L'attuale posizione delle abitazioni è un piacevole e panoramico colle, da cui si può ammirare la valle del Fortore ricca di olivi e di appezzamenti agricoli ben coltivati.
 
Il medievale centro storico del paese, situato su uno sperone calcareo a strapiombo sul torrente Carapelle, presenta ancora tratti della cinta muraria, porte e stradine strette con scalini.
 
Strade e vicoli circondano una piazza sulla quale affacciano la Chiesa Madre di Sant'Andrea Apostolo, il Palazzo ducale e la Cappella della S.S. Annunziata.
 
Fuori dal centro abitato è situato il Santuario della Madonna delle Grazie con l'annesso Convento dei Frati Minori Francescani: un'oasi di pace e spiritualità tra il verde del paesaggio e la freschezza delle proprie acque.
Qui è possibile trascorrere una giornata a contatto con la natura e gustare i piatti tipici locali. 
 

 

Gildone

Gildone - Veduta
Il borgo antico

Secondo il Catalogo Borrelliano, anticamente, il luogo era nominato Celidonia, fino a giungere a Geldone e quindi all'attuale Gildone.
 
Il borgo antico, che rappresenta il cuore del paese, è il classico borgo medioevale con stradine strette e ben tenute in posizione di eminenza sulla sommità di un colle da dove si gode un'ampia veduta.
 
Merita di essere visitata la Chiesa di Sant'Antonio Abate; essa conserva una prestigiosa opera d'arte attribuita ad un pittore della scuola umbra del 1542.


 

Mirabello Sannitico

Mirabello Sannitico - Chiesa di Santa Maria di Monteverde
Chiesa di Santa Maria di Monteverde

Centro del Molise situato su di una altura con caratteristici vicoli medioevali.
 
Di particolare importanza, nel paese, figura la Chiesa di Santa Maria Assunta, danneggiata dal terremoto del 1805 e ricostruita nel 1876.
 
All'interno si possono ammirare: l'altare maggiore, pregevole opera in marmo policromo con reperti appartenuti alla Chiesa di San Nicola, una tela riproducente l'immagine della Vergine attribuita a Scaroino, ed una croce d'argento con quattro medaglioni raffiguranti san Giovanni Battista, san Nicola, Sant'Antonio e San Francesco.



 

Bibliografia e fonti