1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Portale turistico della Provincia di Campobasso - Pagina iniziale

Testata per la stampa
  1. Vai alla versione stampabile della pagina
  2. Vai alla mappa del sito
 

Contenuto della pagina

Itinerario 5 - Dal rifugio di Costa Chianetta al rifugio di Fonte Francone

Caratteristiche del percorso: tratto quasi tutto pianeggiante che si snoda prevalentemente nella faggeta.
Interessi:
di tipo naturalistico e paesaggistico.
Difficoltà: agevole, adeguato anche per percorrenze in mountain bike o a cavallo e, a tratti, per disabili.
Periodo consigliato: tutti ad esclusione dei mesi invernali.
Tempi di percorrenza: dal Rifugio di Costa Chianetta al rifugio di Fonte Francone 1,00 h.
Attrezzatura e vestiario: abbigliamento sportivo e da media montagna.
Segnaletica: di progetto - tipo C.A.I.- Sentiero Matese (S.M.). Segnaletica stradale.
Parcheggio: sulla S.S. 158 d. in corrispondenza dell'innesto del sentiero per il rifugio di Costa Chianetta ed in prossimità dell'area attrezzata adiacente al rifugio di Fonte Francone.
Ingressi al percorso: dalla S.S. 158 d. in corrispondenza dell'innesto del sentiero per il rifugio di Costa Chianetta ed in prossimità dell'area attrezzata adiacente al rifugio di Fonte Francone.

Descrizione: dal rifugio di Costa Chianetta tornare indietro fino ad incrociare di nuovo il Sentiero Matese e da qui, proseguire in discesa verso Valle Uma, come indicato dai segnavia. In breve si raggiunge un ampio pianoro. Proseguendo agevolmente lungo il sentiero si raggiunge un altro pianoro che forma un'ansa verso sinistra dalla cui sommità è possibile ammirare un vasto panorama. Una nota di disappunto relativa all'accesso con fuoristrada da parte degli sportivi che praticano il volo con deltaplano e con parapendio. L'ultimo tratto in discesa brecciato e con opere di irregimentazione delle acque meteoriche conduce all'antica Fonte Francone e poi, all'area attrezzata ed al Rifugio omonimo dal quale si gode di una splendida vista su tutta la vallata sottostante.

Variante 1: consente di raggiungere l'area attrezzata verso Sella del Perrone, alle falde del monte Mutria attraverso Piscina Cul di Bove. Consultare la descrizione della variante 2 del tratto da Terravecchia al rifugio Costa Chianetta.

Variante 2: consente di raggiungere il paese sottostante di Campochiaro e conseguentemente, ricollegarsi alle parti basse del Sentiero Matese in corrispondenza della fascia tratturale. Dall'area attrezzata nei pressi del rifugio scendere a valle attraverso la panoramica strada di collegamento. In breve si raggiunge il santuario sannitico e, subito dopo aver attraversato il ponticello sul torrente La Valle, la strada che conduce sia al paese, che alla S.S. 17. Seguendo gli appositi segnavia è possibile collegarsi alla S.I.G. di Campochiaro ed alla Fontana di S. Maria della Neve.


 

Bibliografia e fonti