1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Portale turistico della Provincia di Campobasso - Pagina iniziale

Testata per la stampa
  1. Vai alla versione stampabile della pagina
  2. Vai alla mappa del sito

Appuntamenti

 

Dove dormire

 

Dove mangiare

 
 

Contenuto della pagina

Comune di Trivento

Stemma del Comune di Trivento

Popolazione: 5313
Superficie: 73,28 Kmq
Altitudine: m. 599 s.l.m.

 

Storia e curiosità

Trivento ha rappresentato storicamente da sempre un punto di riferimento per gran parte del territorio circostante.
È impossibile, recandosi in questo meraviglioso paese, non aggirarsi tra i vicoli del centro storico, così carico di suggestione, dove si possono ammirare meravigliose architetture, degne testimonianze di un glorioso passato.
La posizione in cui viene a trovarsi gli consente di dominare tutto il territorio circostante, particolarmente la valle del Trigno, di conseguenza offre al visitatore, che vi si reca, la possibilità di godere di un panorama incantevole, unico nel suo genere, tutto da ammirare, punteggiato da siti caratteristici come le morge, profonde caverne.
Fu un'importante postazione sannita, che soffrì diversi attacchi portati dai romani; in seguito registrò una ripopolazione con insediamento di una colonia normanna.
Nel periodo longobardo divenne un importante centro amministrativo, sino poi ad essere al fine dell'alto Medioevo capitale di contea.
In epoca normanno-sveva passò sotto il controllo dei Conti del Molise; anche questo centro ha assistito all'avvicendarsi di varie famiglie al controllo del feudo.
 

 

Arte, Cultura, Ambiente

Il paese è arroccato su un promontorio che domina la valle sottostante. Nel centro storico il susseguirsi di gradinate e vicoli con scorci suggestivi, tipici degli abitati medievali, si mescola ad elementi urbanistici romani dell'antica Terventum. Il monumento più significativo di Trivento è la Cattedrale, i cui documenti artistici più importanti della città sono conservati nell'adiacente Museo di Arte sacra della Diocesi di Trivento. La parte più antica della Cattedrale è rappresentata dalla cripta del Martire San Casto. Nella sagrestia sono conservati un crocifisso ligneo, una statua dell'Addolorata e quella di San Michele Arcangelo dello scultore campobassano Paolo Di Zinno.
Un cenno merita anche il Palazzo Vescovile, che conserva al suo interno la Biblioteca Giulia, una piccola ma preziosa collezione di oltre 5000 volumi. Il Castello, situato nella parte alta del centro storico, a vigile controllo della valle del Trigno, venne edificato intorno all'anno mille; ma mostra chiaramente il passaggio ad elegante dimora del feudatario di Trivento.
Altri edifici religiosi sono: Santa Chiara, antica Chiesa annessa al monastero, luogo di formazione delle educande; la Chiesa di Sant Antonio, annessa al Convento omonimo dei Padri Cappuccini, composto da un chiostro e 27 celle disimpegnate da tre corridoi.
Nei dintorni di Trivento si gode di un incantevole panorama punteggiato da siti caratteristici come le morge. Si possono ammirare la Morgia Pietrafenda, dove è anche una profonda caverna mai esplorata e che la fantasia popolare vuole abitata da folletti, la Morgia dei Briganti, così denominata per la presenza di un ampia caverna dove si rifugiavano i briganti nell'ottocento, e la che alla sua forma di anfiteatro naturale deve la possibilità di un eco che si ripete più volte.
L'opera millenaria dell uomo ha inciso sul paesaggio di Trivento modificandolo e rendendolo unico nel suo genere; qui è ancora possibile percorrere il tratturo Celano-Foggia, una di quelle piste erbose custodite e preservate con orgoglio dai molisani; qui è ancora possibile ammirare ponti di legno come quello in località Morrione o boschi ricchi di querce, cerri e di una folta macchia appenninica come quelli di Querciapiana e Monterosso, dove sono anche apposite aree attrezzate per trascorrere ore di pace e distensione alla ricerca di porcini e tartufi.

Informazioni

Indirizzo: Corso B. Mastroiacovo
Telefono: 0874 / 873400-873036
Fax: 0874 / 871506
Sito web: www.comunetrivento.it

Come arrivare

da Campobasso: SS 647 dir B fino al bivio di Termoli - Bojano. SS 647 direzione Bojano, fino al bivio di Fossalto. SP 139. SP 138 SP 152 direzione Trivento. SP 41. SP 15.
da Termoli/Pescara: SS 16 uscita per Isernia. SS 650 (Trignina) fino al bivio di Trivento. SP 15.
 
Autolinee: Larivera, Scarano Giuliana (Tel. 0874/871734)

 

Da vedere

  1. Terventum - Trivento

    Terventum - Trivento
    Molto poco documentato nelle fonti antiche (citazioni in Plinio e nel Liber Coloniarum), il municipio di Terventum, situato in antico nel luogo della Trivento attuale, è però ampiamente documentato anche nelle sue magistrature municipali dal patrimonio epigrafico.

     
  2. Il fiume Trigno
    Dopo il Biferno è il corso d'acqua che più interessa i bacini idrici molisani. Anticamente era denominato Trinius ed era fiume conosciuto alle popolazioni italiche in quanto alcuni importanti centri dominavano la sua valle, tra questi Pietrabbondante.

     
  3. Museo di Arte Sacra, Trivento

    Il Museo di Arte Sacra della Diocesi di Trivento
    Il museo, nato nel 2001 per volontà del Vescovo Santucci, ha come riferimento l'intero territorio diocesano e come funzione principale quella della tutela del materiale esposto.

     
  4. Cattedrale di Trivento

    Trivento - Cattedrale
    Il monumento più significativo della città di Trivento è la cattedrale dedicata ai Santi Nazario, Celso e Vittore, le cui origini sono molto antiche. La tradizione vuole che sia stata edificata agli albori del Cristianesimo su un antico tempio di Diana. La cattedrale è ubicata nel centro storico e domina i vicoli circostanti con la sua alta torre campanaria.