1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione

Portale turistico della Provincia di Campobasso - Pagina iniziale

Testata per la stampa
  1. Vai alla versione stampabile della pagina
  2. Vai alla mappa del sito
 

Contenuto della pagina

MAACK, Kalenarte e la Galleria Civica Franco Libertucci

Giose ha mantenuto la sua promessa di Segesta. Siamo entrati in Molise. Non so se vedrò Casacalenda, ma nella mia mente esiste ondulata come note di musica. Gli grido, "Grazie per avermici portata!".
Giose Rimanelli

MAACK, Kalenarte e la Galleria Civica Franco Libertucci, Casacalenda

MAACK Museo all'aperto d'arte contemporanea Kalenarte
-Casacalenda-
  
Galleria Civica Franco Libertucci

Palazzo Comunale
C.so Roma, 78 - Casacalenda



 
MAACK, Kalenarte e la Galleria Civica Franco Libertucci, Casacalenda

Casacalenda borgo contemporaneo. Kalenarte e la Galleria Civica Franco Libertucci

Può un'opera d'arte contemporanea restituire un significato a strade, scorci, piazze e luoghi dimenticati di un piccolo paese? Qual è l'idea creativa che spinge un'artista a sentire uno spazio come proprio e a interpretarlo suggerendo una diversa interpretazione di quel luogo abbandonato e inascoltato? L'itinerario di Kalenarte, creato nel corso di vent'anni, conduce il visitatore alla scoperta della creatività che è all'origine della rinascita di zone dimenticate di Casacalenda, dove attraverso il segno dell'arte, tutto torna vivo e presente. Gli artisti invitati a Kalenarte, nel realizzare le opere, esercitano il piacere della scelta del luogo, dei materiali, del tema dell'opera stessa, scelte che rispondono a criteri estetici, storici, concettuali e non casuali che fanno in modo che le opere si fondano perfettamente con i luoghi e li valorizzino. Kalenarte è fatta da opere d'Arte Contemporanea per lo più scultoree, realizzate in molteplici dimensioni, forme e materiali, rispettanti l'unico vincolo della fusione con l'ambiente circostante e la valorizzazione dello stesso. Gli artisti invitati progettano in loco e per il luogo installazioni permanenti che realizzano anche con il contributo di artigiani locali e dei cittadini. Esse sono suggestioni emotive che, nate in quel luogo, si concretizzano sotto forma di opere che riprogettano il territorio in sintonia con la sensibilità artistica e, integrandosi a esso, sanno donargli una nuova vita e una nuova immagine. Tutto nasce nel 1990 quando l'architetto Massimo Palumbo avvia il progetto "Kalenarte" che si prefigge di situare opere d'arte contemporanea negli angoli trascurati o anonimi del paese e non, per esaltarne la loro forza poetica. Grazie alla tenacia e alla passione dell'associazione Kalenarte e grazie anche alla prima forma di residenza d'artista attuata sul territorio molisano, nel 1992 nasce il Museo all'Aperto di Casacalenda, dove molteplici sono le installazioni permanenti realizzate sul territorio comunale dagli artisti Hidethoshi Nagasawa, Carlo Lorenzetti, Adrian Tranquilli, Costas Varotsos, Massimo Palumbo e altri. La Galleria Civica "Franco Libertucci" nasce come corpo distinto ma parallelo al Museo all'aperto e ha sede nel sottotetto del Palazzo Comunale. Le opere esposte in questo spazio dal forte carattere architettonico provengono principalmente, ma non solo, da donazioni di artisti ospitati nel museo all'aperto. La collezione è composta da più di 54 opere, per lo più dipinti su tela, sculture e installazioni allestite in uno spazio architettonico che si articola in diverse stanze, al centro delle quali si trova anche una sala didattica. Tra le opere presenti nella Galleria Civica troviamo artisti come Kinga Araya, Ivan Barlafante, Krzysztof Bednarski, Ciriaco Campus, Luigi Colajanni, Tonino D'Erme, Baldo Diodato, Andrea Lanini, Franco Libertucci, H.H. Lim, Fabio Mauri, Achille Pace, Clayton Patterson, Michele Peri, Renzo Gallo, Rivka Rinn, Luca Maria Patella.

 
Itinerario naturalistico, Olivoli

Suggerimenti di viaggio

 Se sei amante della natura questa è l'occasione per percorrere l'itinerario naturalistico Olivoli che, partendo dal giardino del Parco Archeologico Anfiteatro Romano - Villa Zappone di Larino, raggiunge contrada Olivoli, lungo le rive del lago del Liscione, e prosegue poi fino al territorio limitrofo di Casacalenda. Passando nei pressi del quattrocentesco Convento di Sant'Onofrio, il percorso raggiunge poi il Bosco Difesa dove è localizzata l'Oasi LIPU. La più antica area protetta della Regione gestisce circa 105 ettari di querceto collinare con ruscelli e sorgenti d'acqua e ospita diverse specie di uccelli, farfalle, orchidee pregiate e fiori multicolori (narcisi dei poeti, genzianelle e anemoni). Il percorso termina tornando lungo le rive del Lago del Liscione. Il periodo ideale è la stagione calda, che ti permette una tranquilla passeggiata lungo il tracciato, dotato di aree attrezzate per pic nic e di un pontile per la pesca sportiva. Se poi hai ancora voglia di camminare puoi prenotare la visita guidata agli scavi archeologici dell'antica città di Gerione, fondata nel 500 a.C. e nota per essere stata occupata da Annibale nel 217 a.C.

 
MAACK, Kalenarte e la Galleria Civica Franco Libertucci, Casacalenda

Suggerimenti Adriamuse

La visita ai musei di Casacalenda si arricchisce ogni anno, nel periodo primaverile, quando avrete l'occasione di conoscere l'artista residente durante la realizzazione dell'opera dell'anno corrente.
Per info www.kalenarte.it.

 

Accessibilità

 MAACK Museo all'aperto d'arte contemporanea Kalenarte
-Casacalenda-

Galleria Civica Franco Libertucci
Palazzo Comunale
C.so Roma, 78 - Casacalenda
Apertura:
Lunedì / Venerdì: 09:30-14:00

Lunedì / Merc: 16:00-19:00

Contatti

Telefono:0874 841237
Fax: 0874 844010

info@casacalendacomune.it 
www.kalenarte.it
info@kalenarte.it
fb: Maack Kalenarte Museo all'Aperto d'Arte Contemporanea
fb: Amici di Kalenarte Museo all'Aperto d'Arte Contemporanea